Neofite Invasive

Le neofite invasive sono piante alloctone introdotte in Europa dopo la scoperta delle Americhe nel 1942. Viaggiando via mare o via terra, accidentalmente o deliberatamente, l’uomo ha contribuito fortemente alla loro diffusione facilitata poi anche da elementi quali vento, acqua e radici.

La maggior parte delle neofite invasive riesce a integrarsi con facilità nel nuovo ambiente diventando piante utili o ornamentali come, ad esempio, le patate, i pomodori e le dalie. Altre, invece, si diffondono molto rapidamente soppiantando così la flora autoctona. Queste sono le neofite invasive: dannose per la salute, la biodiversità e l’economia.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff nel 2023 dedicheranno ampio spazio e approfondimenti al tema delle neofite invasive. Un percorso lungo i Giardini illustrerà 35 specie di piante alloctone e ne descriverà gli effetti negativi e gli impatti sull’ambiente. Saranno però tanti anche i suggerimenti e i facili consigli per gestire correttamente queste piante.