Maggio 2014

Il festival dei fiori tornerà in città sul modello francese.  - 16.05.14

Un gruppo di lavoro è volato a Nantes a studiare l'evento: un evento organico e distribuito in più punti della città, in grado di valorizzare il patrimonio naturale, paesaggistico e botanico esistente. Il gruppo di lavoro ha presentato le idee-base del progetto che avrà la sua prima edizione ad aprile 2015.

I fiori e il paesaggio rimarranno il filo conduttore della rassegna, che tuttavia sarà multiforme allargandosi a iniziative artistiche, culturali e gastronomiche, sotto l'ombrello della "sostenibilità". La nostra responsabile marketing e sviluppo dei Giardini Trauttmansdorff, Heike Platter, è da poco rientrata da Nantes, dove si è recata assieme alle colleghe del gruppo di lavoro, tutto al femminile, che ha coinvolto anche Gabriela Strohmer (assessore al verde pubblico), Daniela Zadra (direttrice dell'Azienda di Soggiorno), Anni Schwarz (direttrice delle Giardinerie comunali) e Barbara Nesticò (responsabile dell'unità marketing cittadino del Comune). In Francia le partecipanti  hanno visitato Les Floralies, rassegna dalla quale trarre spunti. 

 
Il gruppo di lavoro ha visitato la "capitale del verde" Nantes.

Hanno scelto di orientarsi verso l'ottimizzazione dell'esistente, pensando ai parchi, ai giardini pubblici e privati, alle passeggiate, al patrimonio arboreo della città. Aggiungendo alcune unicità come la gola della Gilf con una cascata praticamente in centro, o l'orto delle erbe aromatiche sulle Tappeiner. Non bisogna dimenticarsi il parco termale e Merano 2000, ambiente naturale alpino raggiungibile in brevissimo tempo. I Giardini di Castel Trauttmansdorff saranno una parte essenziale della manifestazione. Si tratta soprattutto di mettere in rete le attrazioni e di sfruttarne le potenzialità. Si sta parlando di creare un percorso in cui coinvolgere anche i cittadini, chiedendo loro di aprire i giardini privati. A questo leitmotiv si aggancerebbero altre iniziative e "fermate" di carattere artistico e culturale, fra cui un mercato, che unirá la peculiritá floreali con delle specialitá gastronomiche.

Giornata per Persone Disabili: una giornata d’incontro e di solidarietà.  - 12.05.14

Sabato 10 maggio nei Giardini di Castel Trauttmansdorff ha avuto luogo per la settima volta la Giornata delle Porte Aperte per Persone Disabili in collaborazione con la Federazione per il Sociale e la Sanità.  

Alle ore 10.00, puntuali per le parole di benvenuto di Daniel Bedin, il direttore dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, e Martin Telser, il presidente della Federazione, si sono presentati quasi 100 ospiti.
“La Giornata delle Porte Aperte per Persone Disabili ha avuto luogo oggi già per la settima volta. I Giardini di Castel Trauttmansdorff portano avanti questa iniziativa anche sotto il nuovo presidente Arnold Schuler” ha detto agli ospiti Daniel Bedin.
Nella Giornata delle Porte Aperte l’ingresso è gratuito con un documento valido e/o una dichiarazione ufficiale per tutte le persone disabili e per una persona di accompagnamento. Quest’anno hanno collaborato anche 20 volontari e volontarie che hanno assistito i disabili durante la visita guidata attraverso il giardino.

 

“L’invito a Trauttmansdorff è stato accettato molto volentieri dalle nostre associazioni membre. Quest’anno si sono presentati davvero in tanti” si felicita Martin Telser. “La giornata a Trauttmansdorff diventa sempre più una giornata d’incontro e di solidarietà e deve essere un ringraziamento per tutti coloro che lavorano nel volontariato.”
Alle ore 10:30 e alle ore 14:30 le guide ai Giardini sono state a disposizione per visite guidate gratuite per gli ospiti disabili. In tutto 279 persone disabili e 170 accompagnatori ed accompagnatrici hanno trascorso la giornata a Trauttmansdorff.