Settembre 2015

L'esposizione di dalie in piena fioritura - 08.09.15

In occasione della mostra temporanea "Radici, tuberi & Co." Dell’anno 2012, i Giardini di Castel Trauttmansdorff hanno allestito una vasta e variopinta esposizione di dalie. L'esposizione, che comprende oltre 175 qualità differenti di dalie, si può ammirare da oggi e fino a circa metà ottobre nel suo pieno splendore. 

"Per lungo tempo le dalie sono state considerate come la semplice germinazione di un bulbo. Soltanto oggi si è riusciti a comprendere la straordinaria versatilità di questa magnifica pianta: non ne esiste un'altra che presenti una tale varietà di forme e colori", spiega Gabriele Pircher, la nostra paesaggista e curatrice dell'esposizione.

E infatti l'esposizione, che comprende oltre 175 qualità differenti di dalie, riserva parecchie sorprese anche per tutti gli appassionati di questo fiore: ne sono rappresentate tutte le sfumature di colore, dal bianco puro all'arancione, al viola, al rosso nero, fino a un mix di tre colori, a cui si aggiunge un numero pressoché infinito di forme: dalie a collaretto, a palla, a pompon, a fiore di orchidea, di anemone, di ninfea, di cactus e di semicactus, dalie decorative. Possono tutte essere ammirate in questi giorni, in piena fioritura e nelle forme e colorazioni più svariate.

 

Questa pianta decorativa, originaria del Messico, veniva già coltivata dagli Aztechi ed è considerata la regina dei fiori autunnali, perché fiorisce fino al tardo autunno e con i suoi vistosi fiori, molto decorativi, crea una vera e propria esplosione di colori nei giardini. Oggi si conoscono oltre 20.000 qualità di dalie, non c'è quindi da meravigliarsi che sia così apprezzata dagli appassionati di giardinaggio.

Consiglio:
Non bisogna però dimenticare che si tratta di una pianta che teme il freddo e il gelo: per mettersi al riparo dall'inverno, la dalia compatta le sue radici a formare il bulbo. Per questo occorre estrarre i bulbi dal terreno prima dell'inizio della stagione fredda e conservarli in un luogo fresco, preferibilmente in cantina, così da poterli ripiantare all'inizio di maggio, quando ormai il freddo non rappresenta più una minaccia.

 

Con un click potrà esplorare la galleria di foto:

L'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fiorituraL'esposizione di dalie in piena fioritura