Grande successo per il terzo convegno sulla cura ecologica del verde a Merano - 07.02.20

Ieri si è tenuto presso la Sala Civica di Merano un convegno sulla cura ecologica delle aree verdi. All’evento informativo, organizzato dai Giardini di Castel Trauttmansdorff, dalla Giardineria del Comune di Merano e dal Centro di Sperimentazione Laimburg, hanno partecipato circa 170 esperti del settore e giardinieri provenienti dall’Alto Adige e da tutto il Nord Italia.

Come curare le aree verdi in modo sostenibile e quale ruolo gioca in questo contesto un terreno sano? A queste domande hanno dato ieri risposta i relatori invitati al convegno che hanno illustrato gli approcci più svariati al tema: dalla concimazione organica all’utilizzo del biochar e dei sostituti della torba.

Il convegno si è aperto con la relazione di Martin Thalheimer, responsabile del gruppo di lavoro “Terreno, Concimazione, Irrigazione” del Centro di Sperimentazione Laimburg, che ha parlato del suolo quale presupposto fondamentale della fertilità. Aldo Matteazzi, direttore dell’Istituto di Chimica Agraria e Qualità Alimentare del Centro di Sperimentazione Laimburg, ha poi riferito in merito alle analisi più appropriate da effettuare nel terreno. Martin Kutscheidt, esperto del settore e arboricultore, ha invece illustrato l’importanza delle micorrize mentre l’architetto paesaggista Harald Fenz ha esposto i vantaggi e gli svantaggi della concimazione. Alberto Bettinelli di Ellebi Green srl ha infine introdotto il tema della gestione ecologica delle aree verdi. Al convegno Alex Matthis dell’Università di Zurigo (ZHAW) ha inoltre affrontato la questione dell’uso della torba e dei suoi sostituti. Barbara Reifer, responsabile del settore “Viticoltura” del Centro di Sperimentazione Laimburg, ha parlato invece di biochar mentre Andreas Steiner ha presentato l’iniziativa "Natur im Garten" analizzando il tema della concimazione organica dei campi sportivi.

Degna di nota anche la presenza di varie aziende specializzate, i cui stand sono stati visitati dai partecipanti a margine della conferenza. In totale sette aziende nazionali ed estere hanno presentato inoltre i loro prodotti specifici per la manutenzione del verde, dagli ammendanti alle miscele di terreno o ai fertilizzanti organici.

“Tre anni fa abbiamo dato avvio a questo convegno allo scopo di informare il settore in merito alle innovazioni previste dal Piano d’Azione Nazionale e fornire indicazioni importanti sulla manutenzione ecologica degli spazi verdi. L’anno scorso l’evento è poi proseguito e quest’anno un nuovo partner - il Centro di Sperimentazione Laimburg - si è unito. Il bisogno di informazioni sul tema della cura ecologica del verde è ancora notevole e oggi abbiamo pertanto cercato di trasmettere informazioni utili sul tema della salute del suolo”, hanno dichiarato Gabriele Pircher dei Giardini di Castel Trauttmansdorff e Anni Schwarz della Giardineria del Comune di Merano. 

"Una produzione e manutenzione naturale degli spazi verdi non è solo compito dell'agricoltura, ma anche dei privati. Accolgo con favore il fatto che a questo settore venga data maggiore attenzione per mostrare ciò che ogni individuo può fare per garantire la salute del terreno e preservare la biodiversità"., ha affermato l’assessore provinciale Arnold Schuler.

L’assessora comunale Gabriele Strohmer è d'accordo: "Il compito ora è quello di mettere in pratica i temi del simposio. La sensibilizzazione dell'opinione pubblica alla cura dell'ambiente è estremamente importante, non solo per la pubblica amministrazione, ma anche per tutti i proprietari di giardini privati e per le aziende orticole, che di solito sono il primo punto di contatto per i proprietari di giardini. Hanno un contatto diretto con il cliente e possono ottenere molto attraverso una consulenza professionale".